Scenari africani in Namibia e Sudafrica

Un viaggio di nozze in Namibia e Sudafrica per chi desidera scoprire i paesaggi sempre diversi e sorprendenti di due mete tra le più interessanti dell’Africa Australe. Protagonisti sono gli ambienti naturali, i panorami mozzafiato, la flora che durante la primavera australe regala sfondi da cartolina. È un tour ideale per chi ha già effettuato fotosafari per l’osservazione dei cosiddetti “Big Five” ed ora vuole vivere i contrastanti scenari africani, senza tralasciare il mondo dell’uomo: dalla città fantasma di Kolmanskop alla regione vitivinicola sudafricana.

ITINERARIO DI 18 GIORNI/16 NOTTI
Swakopmund – Sossusvlei – Lüderitz – Fish River Canyon – Ai-Ais (Fish River Canyon) – Parco Cascate di Augrabies – Springbok – Calvinia – Clanwilliam – Langebaan – Città del Capo

TRATTAMENTO
La quota comprende: ● I passaggi aerei internazionali con voli di linea Lufthansa da/per Milano (classe di prenotazione W: vedere paragrafo alla pagina Informazioni Generali), 20 kg di franchigia bagaglio ● Noleggio dell’auto Huynday per 2/3 partecipanti, auto Toyota Quantum a partire da 4 partecipanti ● Trasferimenti con vetture, minibus o bus con aria condizionata a seconda del numero di partecipanti per la formula Tour Guidato ● Sistemazione negli alberghi indicati in apertura al tour ● I pasti dettagliati nel programma ● Visite ed escursioni dei giorni 3, 15, 16 per la formula Tour Guidato, per la formula Self drive tutte le visite ed attività descritte sono da considerare come suggerite, opzionali ● Ingressi a parchi e riserve per la formula Tour Guidato ● Assistenza di personale locale qualificato parlante inglese ● Assistenza di autista/guida parlante italiano per il Tour Guidato.

La quota non comprende: ● Le tasse aeroportuali e di sicurezza (Euro 595 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco ● Visite ed attività, ingressi ai parchi e riserve per la formula Self Drive ● Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato.

QUOTE INDICATIVE PER PERSONA
In camera doppia – Quota soggiorno + Volo
Pacchetto 18 giorni/16 notti in versione tour guidato da €5.360
Pacchetto 18 giorni/16 notti in versione fly&drive da €3.650

POSSIBILI ESTENSIONI

IN COLLABORAZIONE CON I MIGLIORI TOUR OPERATOR

GIORNO 1
ITALIA – WINDHOEK

Partenza con volo di linea per Francoforte. Proseguimento con il volo per Windhoek, con arrivo il giorno successivo.

GIORNO 2
WINDHOEK – SWAKOPMUND

Arrivo all’aeroporto di Windhoek al mattino, ritiro dell’auto a noleggio per chi ha optato per la formula Self drive, e partenza per Swakopmund, bella cittadina in stile bavarese affacciata sull’oceano. Lungo il percorso (440 km: 5 ore circa di strada asfaltata) si attraversano i villaggi di Okahandja, Karibib e Usakos. Arrivo e sistemazione in hotel. Pomeriggio a disposizione per visite individuali. Mezza pensione che include il pranzo.

GIORNO 3
SWAKOPMUND

Giornata a disposizione per attività facoltative. Suggeriamo un’escursione lungo la costa sino a Walvis Bay, a una trentina di chilometri, dove stazionano grandi stormi di fenicotteri rosa, cormorani e pellicani. Qui, tra le dune immense e l’oceano, si trova una tra le più suggestive riserve ornitologiche africane; l’escursione in barca permetterà di osservare foche e delfini, oltre a diverse specie di uccelli marini. Si prosegue in fuoristrada e con un tratto a piedi sino a Sandwich Bay, circondata da altissime dune di sabbia. Il rientro a Walvis Bay attraversa un paesaggio spettacolare: le cosiddette “dune ruggenti”, il cui nome si deve al caratteristico suono generato dall’aria che filtra dagli interstizi presenti tra i granelli di sabbia. Ritorno in hotel a Swakopmund. Prima colazione e pernottamento.

GIORNO 4
SWAKOPMUND – DESERTO DEL NAMIB

La giornata riserva lo spettacolo di paesaggi sorprendenti, dalla Valle della Luna dove si possono osservare eccezionali esemplari di Welwitschia Mirabilis, la singolare pianta considerata un vero e proprio miracolo botanico, alle sorgenti di Hotsas e Ganab, ai canyon scavati dai fiumi Kuiseb e Gaub. Struzzi ed orici sembrano essere l’unica forma di vita in questa terra dimenticata. Nel pomeriggio si raggiunge Sossusvlei, nel cuore del deserto del Namib. Sistemazione in lodge. Il percorso della giornata è di 375 chilometri circa su pista ghiaiosa. Pensione completa.

GIORNO 5
DESERTO DEL NAMIB – ESCURSIONE AL SESRIEM CANYON E ALLE DUNE DI SOSSUSVLEI

Intera giornata dedicata all’esplorazione dei magnifici paesaggi che circondano Sossusvlei (150 km). Al mattino, alzandosi molto presto per ammirare lo spettacolo dell’alba nel deserto, si vedono le dune di sabbia più alte del mondo. Il Namib, che si estende lungo la fascia costiera, è considerato da molti studiosi il deserto più antico del pianeta. E anche il più sorprendente, per l’incredibile ricchezza di animali e piante, e prezioso, poiché contiene i più vasti giacimenti di diamanti che si conoscano. Nessun altro ambiente desertico possiede una vita animale così ricca e ciò grazie ad una catena acquacibo alimentata dalla nebbia dovuta alla corrente del Benguela, che ogni notte scarica umidità sino a 60 chilometri nell’interno fornendo sostentamento a tutti gli esseri viventi del Namib. Attraversando il Namib Park, si nota quanto straordinario sia questo “laboratorio naturale” nel quale ogni forma di vita è stata costretta ad inventarsi particolari accorgimenti per sopravvivere. Visita della valle di Sossusvlei con le sue dune gigantesche modellate dal vento che al tramonto si tingono di rosso e proseguimento per il Sesriem Canyon, dove l’acqua, trattenuta dalle rocce, forma piccole pozze permanenti frequentate dagli animali e quindi ottimo punto di avvistamento. Mezza pensione che include la cena.

GIORNO 6
DESERTO DEL NAMIB – LÜDERITZ

Lungo trasferimento in direzione sud verso Lüderitz, cittadina affacciata su una delle più belle baie della Namibia (467 km: 337 su pista ghiaiosa, 130 su strada asfaltata). Viaggiando tra i paesaggi di dune del Namib si raggiunge il villaggio di Aus, quindi un punto di osservazione sulla piana di Garub da cui, con un pò di fortuna, è possibile osservare branchi di cavalli selvaggi. Proseguimento per Lüderitz, arrivo nel tardo pomeriggio e sistemazione in hotel. Mezza pensione che include la cena.

GIORNO 7
LÜDERITZ – ESCURSIONE ALLA CITTÀ FANTASMA DI KOLMANSKOP

A 15 chilometri da Lüderitz sorge la città fantasma di Kolmanskop, la cui fortuna ebbe inizio nel 1908 quando August Stauch, capostazione di Lüderitz, riconobbe, nella pietra raccolta da uno degli addetti alla costruzione della linea ferroviaria, un diamante grezzo. Visita ai resti di questa cittadina, abbandonata dai suoi abitanti con l’esaurimento del giacimento diamantifero e sommersa dalle sabbie. Sosta ad Agate Bucht, il cui nome deriva dalla grande quantità di agate che si potevano raccogliere tra la sabbia, ed esplorazione della penisola con Grosse Bucht e Diaz Point, dove una croce in marmo del 1929 ricorda lo sbarco di Bartolomeo Diaz nel 1487. Qui ammireremo lo spettacolo del tramonto. Rientro in hotel. Il percorso odierno è di 160 chilometri circa, con alcuni tratti che alternano sabbia e ghiaia. Mezza pensione che include la cena.

GIORNO 8
LÜDERITZ – FISH RIVER CANYON

Partenza in direzione est, via Aus, proseguendo su strada asfaltata sino a Seeheim. Da qui si piega verso sud raggiungendo nel primo pomeriggio il lodge in prossimità del Fish River Canyon (408 km circa: 293 km di strada asfaltata, 115 km di pista ghiaiosa). Sistemazione in hotel. Pomeriggio dedicato alla scoperta dello spettacolare Fish River Canyon, uno dei più profondi al mondo. Qui l’altopiano, arido e piatto, precipita in una impressionante fenditura di 161 chilometri, che raggiunge in alcuni punti i 550 metri di altezza e i 27 metri di larghezza. Una strada, che corre lungo l’orlo del canyon, conduce ad una serie di punti dai quali è possibile ammirare spettacolari prospettive. Mezza pensione che include la cena.

GIORNO 9
FISH RIVER CANYON: AI-AIS

Possibilità di ulteriori visite nel Fish River Canyon per osservare l’alba che colora le rocce. Si prosegue quindi verso il margine meridionale del canyon dove si trovano le sorgenti termali di Ai-Ais (140 km). Sistemazione in resort e tempo a disposizione per relax nelle piscine termali. Mezza pensione che include la cena.

GIORNO 10
FISH RIVER CANYON – KAKAMAS (PARCO CASCATE DI AUGRABIES)

Lasciamo la Namibia per fare ingresso in Sud Africa, percorrendo gli spazi immensi del Kalahari meridionale. Il lungo trasferimento (475 km, prevalentemente su strada asfaltata) conduce verso Upington e i paesaggi dell’Orange River, raggiungendo infine il piccolo villaggio di Kakamas. Sistemazione in guesthouse. Mezza pensione che include la cena.

GIORNO 11
PARCO NAZIONALE CASCATE DI AUGRABIES – PELLA – SPRINGBOK

Visita al Parco Cascate di Augrabies, il cui nome, nel dialetto Khoikhoi, significa “luogo del grande rumore”. Le cascate, alimentate dal fiume Orange, sono spettacolari, ma ancora di più l’ambiente che le circonda: qui deserto e fiume sembrano fondersi, molto belle sono le formazioni rocciose di granito. Nel parco vivono varie specie animali quali giraffe, rinoceronti neri e antilopi. Proseguimento per Springbok, piccola cittadina di frontiera, con sosta lungo il percorso a Pella dove si trova una cattedrale edificata dai missionari alla fine dell’Ottocento. Arrivo nel tardo pomeriggio e sistemazione in guesthouse. Il percorso della giornata è di 385 chilometri. Mezza pensione che include la cena.

GIORNO 12
SPRINGBOK – CALVINIA

Dopo colazione visita della zona a sud di Calvinia con sosta a Nieuwoudtville, centro noto per essere la capitale mondiale dei bulbi. Nel Namaqualand, un altopiano in cui aspre colline si alternano a tratti di pianura, ogni anno tra agosto e settembre si rinnova lo spettacolo della fioritura, una vera meraviglia naturale che dipende in larga misura dalla quantità di pioggia caduta. Vi si trovano circa 3500 specie di piante, 1000 delle quali crescono unicamente qui. Nelle giornate soleggiate è possibile osservare le corolle aperte generalmente tra le 10 e le 16, sempre rivolte verso il sole; nelle giornate nuvolose rimangono invece chiuse. In questa regione si trova il Richtersveld National Park, che copre una superficie di 160 mila ettari di deserto montuoso, dove nomadizza il popolo dei Nama. Il parco, che dal 2007 è inserito nella lista del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, è ricco di piante succulente. A una quindicina di chilometri da Springbok si trova la Goegap Nature Reserve, una riserva di fiori selvatici di circa 15 mila ettari che comprende circa 600 varietà di fiori, habitat di animali quali springbok, zebre di montagna, 94 specie di uccelli, rettili e anfibi. Sempre nella riserva è possibile visitare l’Hester Malan Wild Flower Garden composto da un giardino di succulente del Namaqualand ed un giardino roccioso. Tra i luoghi più spettacolari in cui ammirare la fioritura vi è la Skilpad Wild Flower Reserve, parte del Parco Nazionale del Namaqua: gran parte del territorio è formata dal caratteristico veld sudafricano e dalle colline della Kamiesberg Range. Proseguimento per Calvinia, via Loeriesfontein, visitando lungo il percorso un’altra meraviglia della natura, una delle più grandi foreste di alberi faretra o kokerbooom; i cacciatori San usavano tronchi, rami e corteccia di questa specie di aloe per costruire le loro faretre, come suggerisce il nome. Sistemazione in guesthouse a Calvinia, dopo un percorso di 220 chilometri circa. Mezza pensione che include la cena.

GIORNO 13
CALVINIA – CLANWILLIAM

Giornata dedicata all’esplorazione della zona di Cederberg. La Cederberg Wilderness Area è una pittoresca regione famosa per le bizzarre formazioni di arenaria e per le interessanti pitture rupestri. Straordinaria è la sua vegetazione, dominata dalla protea, fiore simbolo del Sudafrica: se ne conoscono oltre 130 specie, con lunghi petali di forma ovale o allungata che dalla base confluiscono verso l’apice con punte acuminate. L’infiorescenza è meravigliosa, con un diametro che può raggiungere i 20 centimetri e molti piccoli fiori riuniti al centro. La forma delle infiorescenze varia a seconda delle specie, assomigliando in alcuni casi a carciofi, in altri a pigne di conifera. La colorazione, molto accesa, è generalmente rosa o bianca. A una sessantina di chilometri da Clanwilliam sorge la cittadina costiera di Lamberts Bay. Qui la cosiddetta Bird Island, collegata alla terraferma da un frangiflutti, è il luogo di nidificazione e cova di migliaia di sule bassane e pinguini. Sistemazione in lodge a Clanwilliam. Il percorso della giornata è di 335 chilometri circa. Mezza pensione che include la cena.

GIORNO 14
CLANWILLIAM – LANGEBAAN

Partenza in direzione sud verso la fertile Valle degli Agrumi, la più grande zona di coltivazione degli agrumi dell’Africa Australe. Proseguimento verso il West Coast National Park istituito nel 1985 per proteggere la laguna di Langebaan con i suoi incantevoli paesaggi: la fioritura primaverile è unica al mondo, 1400 specie di fiori tra le quali protee, eriche, pelargoni ed orchidee si stagliano sul blu dell’oceano regalando colori straordinari. Sistemazione in lodge a Langebaan, dopo un percorso di 225 chilometri circa. Mezza pensione che include la cena.

GIORNO 15
LANGEBAAN – CITTÀ DEL CAPO

La meta di oggi è Città del Capo (140 km). Chi lo desidera, potrà dedicare parte della giornata all’esplorazione facoltativa della regione dei vini, caratterizzata da fertili vallate costellate di filari, visitando l’affascinante cittadina di Stellenbosch, le cui belle dimore in stile olandese sono la testimonianza del suo passato. In quest’area sorgono alcune fra le più antiche cantine del Paese, le cittadine e i loro distretti offrono begli esempi di architettura coloniale sudafricana, il cosiddetto stile “Capedutch”, come testimonia la città di Franschoek fondata da Ugonotti francesi nel 1688. Nel tardo pomeriggio arrivo a Città del Capo e sistemazione in hotel. Prima colazione e pernottamento.

GIORNO 16
CITTÀ DEL CAPO

Giornata a disposizione da dedicare all’esplorazione della Penisola del Capo (160 km), dove mare e terra si incontrano dando vita ad uno scenario imponente, dove le spiagge si estendono per chilometri, le scogliere si innalzano vertiginose e la forza del vento è invincibile. Attraverso i pittoreschi villaggi di Muizenberg, Fishhoek e la base navale di Simonstown si raggiunge Cape Point per la visita del Capo di Buona Speranza. Qui si innalza il faro più potente del mondo e una funicolare sale sino alla punta più alta di Cape Point. Il vasto anfiteatro naturale dominato dalla Table Mountain, un gigantesco bastione di arenaria dalla cima appiattita, è uno spettacolo unico al mondo. Sulla via del ritorno possibilità di visitare i magnifici giardini botanici di Kirstenbosch, che raccolgono circa 6 mila specie di pianta sudafricane. Prima colazione e pernottamento.

GIORNO 17
CITTÀ DEL CAPO – ITALIA

Prima colazione. Mattinata a disposizione. Trasferimento in aeroporto, rilascio dell’auto a noleggio e partenza con il volo per Windhoek. Proseguimento con il volo di rientro in Italia, via Francoforte.

GIORNO 18
ITALIA

Arrivo in Italia in mattinata.

Le escursioni dei giorni 3, 15, 16 sono incluse per chi sceglie la formula tour guidato, mentre sono facoltative per chi sceglie la formula con auto a noleggio.

Contattaci con questo modulo

Contact form articolo
Quante persone siete?
Seleziona il periodo di interesse
Se necessario quale preferisci?
Utilizza questo spazio per le tue comunicazioni.
Invio

Prodotti Correlati

I mille volti del Sudafrica
I mille volti del Sudafrica
Un itinerario completo per immergersi nelle bellezze di questa regione africana dai forti contrasti.
Alla scoperta del Sudafrica
Alla scoperta del Sudafrica
Il tour definitivo del Sudafrica, che vi porterà attraverso luoghi magici, riserve naturali ricche di fauna e lagune, città tutte da scoprire
A PARTIRE DA €1.900