Sudafrica

  • Cape Town Bo-Kaap - Sudafrica
    Cape Town Bo-Kaap - Sudafrica
  • Cape Town - Sudafrica
    Cape Town - Sudafrica
  • Durban Beach - Sudafrica
    Durban Beach - Sudafrica
  • Capo di Buona Speranza - Sudafrica
    Capo di Buona Speranza - Sudafrica
  • Pretoria - Sud Africa
    Pretoria - Sud Africa
  • Kgalagadi Transfrontier Park - Sudafrica
    Kgalagadi Transfrontier Park - Sudafrica

Il Sudafrica è definito “il mondo in un solo paese” per la grande varietà di ambienti, etnie, costumi, colori e sensazioni, che regala ai propri visitatori. Dal punto di vista ambientalistico questo paese offre deserti, pianure, monti, fiumi impetuosi, ampie foreste, vaste savane, che si alternano a coste alle volte sabbiose e alle volte rocciose; offre così al turista emozioni ineguagliabili attraverso splendidi safari nei tanti parchi nazionali, primo tra tutti il Kruger National Park, autentico paradiso degli animali, o riserve private dove è possibile avvistare i famosi “Big Five”: leoni, elefanti, leopardi, rinoceronti e bufali e tante altre specie di mammiferi, rettili ed anfibi.

Tuttavia, un viaggio in Sudafrica non è solo natura ed animali, ma anche storia ed arte. Ci sono infatti città affascinanti come Cape Town, uno splendido mix di culture ed architetture sospese tra passato coloniale e modernità; Durban la città cosmopolita con il suo clima mite sulle rive dell’Oceano Indiano; e ancora Pretoria e Johannesburg con i loro quartieri residenziali.

 QUANDO ANDARCI
GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC
*** *** *** *** ** ** ** ** ** *** *** ***

  • Per l’incredibile fauna. In Sudafrica ci sono 17 parchi nazionali e un gran numero di riserve statali e private. Il parco Krüger è il più famoso e il più grande del paese
  • Per il surf. Il Sudafrica è uno dei paesi più amati dai surfisti. Si può scegliere fra le onde di Jeffreys Bay o abbronzarsi in una delle località balneari della costa del Natal.
  • Per vistare tutto il continente, vario e suggestivo. Da Città del Capo, affacciata sull’Atlantico, con le sue suggestive scogliere, si raggiunge in breve la fine dell’Africa: il mitico Capo di Buona Speranza, doppiato da Magellano e battuto dai venti e a picco sul mare.
  • Per scoprire una delle nuove mete del turismo enogastronomico. I vini sudafricani sono infatti ottimi e stanno salendo agli onori della cronaca come etichette pregiate e di tutto rispetto
  • Per i diamanti, che si possono comprare spendendo considerevolmente meno che in Italia
  • I centri urbani sono mediamente sicuri, ma è buona norma non avventurarsi in passeggiate notturne da soli soprattutto in alcune aeree di Johannesbourg e Città del Capo.
  • L’estensione del Sudafrica, pari a quattro volte la superficie dell’Italia, costringe a spostamenti piuttosto estenuanti, nonostante l’ottima rete stradale ed autostradale.

Luoghi da non perdere

Bloemfontain, Cape Town, Durban, Johannesbourg, Kimberlay, Port Elisabeth, Sun City, Pretoria, Tswalu, Kgalagadi Transfrontier Park.

Curiosita’

  • Organizzati in clan, gli zulù hanno ancora un re a capo del popolo, e sono ancora considerati intrepidi guerrieri. Nella loro tipica tenuta in pelle di leopardo, sfilano talvolta con scudo in pelle di mucca e zagaglie: si chiama comunemente Toyi Toyi. È nel corso dei Toyi Toyi che ci si rende realmente conto del carattere impressionante dei canti e delle danze zulù.
  • Si incontrano tutti i tipi di cucina in Sudafrica. A Durban per esempio, potrete degustare specialità indiane di ottima qualità. Nelle riserve, il cibo, molto vario, si serve generalmente sotto forma di buffet. Cabernet-Sauvignon, Syrah (Shiraz), Pinot nero, Merlot, Cinsaut, Pinotage (per quanto riguarda i rossi) o Chardonnay, Gewürztraminer e Muscadet (per quanto riguarda i bianchi), il Sudafrica figura al terzo posto nel mondo tra i paesi produttori di vino e alcuni vigneti raggiungono un livello di qualità molto elevato.
  • Per coloro che dispongono di un gruzzolo cospicuo, il Sudafrica è un paradiso dello shopping. È senza dubbio con i diamanti che si possono concludere i migliori affari, grazie a prezzi inferiori fino al 30% rispetto all’Europa. Si trovano facilmente (senza IVA per gli stranieri) nei grandi centri commerciali. Quanto ai gioielli e all’artigianato africano, i “Curios”, ossia i negozi di souvenir, non mancano assolutamente.