Marocco

  • Marrakech - Marocco
    Marrakech - Marocco
  • Fes - Marocco
    Fes - Marocco
  • Casablanca - Marocco
    Casablanca - Marocco
  • Rabat - Marocco
    Rabat - Marocco
  • Agadir - Marocco
    Agadir - Marocco
  • Meknes - Marocco
    Meknes - Marocco
  • Essaouria - Marocco
    Essaouria - Marocco
  • Zagorà - Marocco
    Zagorà - Marocco

Il Marocco ha una lunghissima tradizione d’arte e cultura e le sue quattro città imperiali (Fes, Marrakech, Rabat e Meknes) sono capolavori artistici di un esotismo romantico e sottile. Uniche e suggestive le escursioni alla scoperta del Sud, meta inconsueta, dove visitare villaggi dimenticati dal tempo. Il grande deserto, un lembo di Sahara, permette di accedere alla cultura beduina, nei suoi splendidi e remoti paesaggi.

Il Marocco è una meta per tutti: negli anni ha raggiunto vette di eccellenza in tutti i campi, dalla ricezione all’intrattenimento, con locali alla moda, musica, Spa e trattamenti tradizionali. Fra le destinazioni più rinomate, Agadir e i suoi chilometri di spiaggia aspettano gli amanti del farniente, Marrakech sedurrà i festaioli e gli innamorati della medina, Essaouira i surfisti. Quanto ai “backpackers”, partiranno verso il grande Sud, chi cerca una piccola città affascinante sceglierà Fès o Tangeri, mentre gli esploratori attaccheranno l’Atlante, con o senza neve.

Una meta vicina, da non perdere per un week-end, una ricorrenza o un’esperienza esotica da non dimenticare.

 QUANDO ANDARCI

GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC
* ** *** *** *** ** * * *** *** *** *

  • E’ un posto dove gli occhi non si riposano mai, pieno zeppo di affascinanti città, casbah, monumenti, siti archeologici, paesaggi incontaminati, deserti di tutti i colori, lunghe spiagge.
  • E’ tranquillamente visitabile da turisti indipendenti. Girare da soli e guidare una macchina in affitto non è affatto pericoloso. La gente è ospitale e la ricettività alberghiera ottima.
  • E’ a sole 2 ore e mezza di aereo dall’Italia, ma una volta scesi vi sembrerà di essere arrivati in capo al mondo.
  • E’ un paese economico e servito da comodi voli low cost. La vacanza vi costerà relativamente meno di altre destinazioni di medio raggio.
  • Gli standard di igiene e pulizia non sono quelli occidentali.
  • Si sta diffondendo anche in Marocco la cultura delle mance con richieste che a volte diventano particolarmente insistenti.
  • Evitare abiti succinti in particolar modo da parte delle donne nel rispetto della religione mussulmana.

Luoghi da non perdere

Marrakech, Fes, Casablanca, Rabat, Meknes, Ouarzazate, Agadir, Essaouira, Zagorà.

Curiosita’

  • La religione di maggioranza in Marocco è sunnita e il calendario musulmano segue il ritmo della vita locale. Le vacanze sono principalmente legate a richiamo della preghiera (cinque volte al giorno) annunciato dai minareti e durante il Ramadan, quando il Paese sembra ritirarsi come in letargo. L’accesso ai luoghi santi è vietato ai non musulmani, con l’eccezione del mausoleo Mohamed V di Rabat e del Moulay Ismail di Meknes.
  • La cucina marocchina mette all’onore le spezie anche se il loro ruolo è quello di arricchire i piatti e non di renderli eccessivamente piccanti. Fra gli antipasti troviamo spesso l’insalata mechouia di pomodori e peperoni cotti o la zuppa harira, conceci o lenticchie. Per il piatto principale pollo e montone sono le carni più comuni e sono servite con le verdure nei kebab nei tagine e nei couscous. L’agnello viene fatto al barbecue durante le vacanze.
  • Ogni città ha la sua specialità: Meknes per la lavorazione del legno , Rabat per il tessuto (ricamo, tessitura e tappeti fabbricati con metodo tradizionale fin dal XVIII secolo) e Marrakech per la sua pelle : qui troverete facilmente borse, cinture e scarpe ma anche tuniche e abiti tradizionali.